Copertino Online

il primo magazine on line su Copertino

Il sindaco Rosafio sul diniego alle videoriprese del Consiglio Comunale

Giuseppe Rosafio

-COPERTINO- “L’uso di alcune immagini riprese durante i vari Consigli comunali sono state utilizzate da parte dell’associazione Alba Nuova e Copertino Meetup in maniera faziosa ed impropria in un’unica direzione cosa che non è accaduta nei riguardi di alcuni altri elementi dell’opposizione. È evidente, che avendo degli esponenti in Consiglio comunale, l’associazione Meetup non è stata del tutto obiettiva”. Queste le parole del Sindaco, Giuseppe Rosafio, dopo la polemica innescata per il diniego alle riprese audio-video nell’ultimo Consiglio con l’affissione di un sarcastico manifesto funebre: è la risposta alle accuse mosse dalle associazioni sul “taglio” alla libera informazione chiesta e ottenuta dal Presidente del Consiglio.

Rosafio conferma il “no” accusando le associazioni di “partigianeria” e fa intendere che nuove regole saranno stabilite nel prossimo Consiglio. Ma la Sinistra e Libertà non ci sta e passa al contrattacco. “Riesce davvero difficile – afferma Gianmarco Negri componente del Coordinamento – trovare le motivazioni per giustificare il diniego della video ripresa del Consiglio Comunale, un atto che dimostra ancora una volta l’arroganza dell’amministrazione comunale di Copertino e che impedisce la libertà d’informazione e di partecipazione di quella cittadinanza attiva che diviene sempre più presente e forte all’interno del Paese”. “Un atto che – prosegue Negri – in perfetta continuità con il governo centrale, mira a restringere gli spazi di democrazia impedendo la libera informazione e la libera partecipazione. La video ripresa e la pubblicazione on line dei Consigli Comunali è un chiaro esempio di come la cittadinanza attiva copertinese renda un servizio utile a tutta la comunità consentendo a chiunque di poter visionare e “controllare” i propri rappresentanti istituzionali. Probabilmente è di questo che si ha paura, rendere conto delle proprie azioni e delle conseguenti scelte politiche. Ci attiveremo in tutte le sedi opportune per ripristinare il servizio”.

NUOVO QUOTIDIANO di PUGLIA – Francesca Vantaggiato

  1. Nessun commento ancora.
Devi esserti collegato per inviare un commento.