Copertino Online

il primo magazine on line su Copertino

Pronte le luminarie: ed è polemica

-COPERTINO-Come da tradizione la città si appresta a vivere l’evento più importante dell’anno: i festeggiamenti in onore di San Giuseppe da Copertino. Anche per questa edizione non mancano, puntuali come ogni anno, le polemiche su l’organizzazione dell’evento. Da qualche giorno è disponibile on line, sul sito del Comune, il programma della manifestazione che va però rettificato in merito agli orari di alcune celebrazioni alla Chiesa Matrice. Incidente già accaduto l’anno scorso. Ma quello che più fa discutere sono le luminarie.

Un’imponente ricostruzione della torre di Pisa campeggia da qualche giorno al centro della piazza principale con al vertice una grande insegna dello sponsor della manifestazione. Diversi e coloriti i pareri raccolti tra i concittadini in transito nella piazza, specie sull’opportunità di tale insegna. Molto apprezzate invece la galleria allestita sulla via per Lecce e le decorazioni in piazza del Popolo. Cresce l’attesa quindi per l’inizio dei festeggiamenti civili mentre si registra una grande partecipazione alle celebrazioni religiose già in corso. Buona festa a tutti!

PROGRAMMA FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI SAN GIUSEPPE DA COPERTINO 2010

  1. lorenzo
    15 settembre 2010 16:28 | #1

    Qualcuno potrebbe spiegarmi il perchè della Torre di Pisa a Copertino? Forse sperano che S. Giuseppe la raddrizzi? Se il miracolo accadrà il prossimo anno proporrò di far rappresentare lu motorinu ti nonnuma…..culla speranza ca lu face partire a prima botta….

  2. alessandro
    15 settembre 2010 17:10 | #2

    la lega nord sta alla scuola di Adrio come la Sib stae a Sangiseppu…

  3. alessandro
    15 settembre 2010 17:11 | #3

    …il sacro in possesso del profano

  4. francesco
    17 settembre 2010 10:07 | #4

    ….forse è una proposta di gemellaggio con Pisa….

  5. francesco
    17 settembre 2010 11:46 | #5

    ma non e ke la ditta delle luminarie a parato la festa a pisa? E gli so rimaste le parzzioni…..hahahahah

  6. Davide
    17 settembre 2010 13:56 | #6

    Non capisco cosa ci sia di male nel vedere quella torre di Pisa realizzata a luminarie. E’ un’opera d’arte italiana che appartiene a tutti e dovremmo andarne fieri anzichè snobbarla. Il fatto che un’artista pugliese delle luminarie come Cesario De Cagna sia riuscito a riprodurre questa meraviglia con le luminarie dovrebbe essere motivo di orgoglio, non di polemica. Ad ogni modo, complimenti al comitato per la realizzazioned della festa e complimenti a tutte le ditte di Luminarie per il lavoro svolto.

  7. gianluca
    17 settembre 2010 20:02 | #7

    Mi manca da morire la festa di S. Giuseppe perchè non ho la fortuna dei copertinesi che vivono sul posto di godersela. Purtroppo sono al Nord con la mia famiglia. A bando le polemiche e voi che siete lì gustatevela fino in fondo. Buona festa a tutti.

  8. francesco
    17 settembre 2010 21:24 | #8

    la torre di pisa non sta a copertino come la statua di manuela arcuri non sta a porto cesareo…..

  9. Chetelodico afare
    18 settembre 2010 09:55 | #9

    Organizzazione (anche piu degli altri anni) provinciale e superficiale di una festa mai così grezza.
    Quando la tradizione si mischia a sproposito con la modernità ne risultano accozzaglie di concetti (visivi e sonori) degni di essere citati come torture cinesi.

    Non me la prendo con il comitato. Prendo solo atto dei loro limiti estetici.
    A copertino questi siamo, ci dobbiamo accontentare.

    Accontentiamoci allora di stupide sfilate in piazza caduti (stracolma di gente per vedere le gnocche) o di balletti dei bambini (che oggi se non sei bambino è inutile che sai cantare , ballare o recitare. La tv ha deciso che vanno i bambini). Ieri era da rimpiangere enzo petrachi, che nel suo stile (seppur) folk era comunque tutta un’altra serietà.

    Accontentiamoci di piazza del popolo semivuota con quelle 20 sedie (non più di 20 ne hanno messe, tanto mica sono bambini, chi vuoi che se li fili!) davanti alla cassa armonica della banda. Che di armonico ha solo il nome visto che quest’anno manca di copertura, acusticamente essenziale, in nome di uno stile illuminotecnico frizzante e futurista. E infatti non si sentiva un cappero, poveretti. Ma tanto era appena il Rigoletto, mica Emma!

    Discorrendo di luminarie, a parte la torre della discordia (ditemi se c’è niente di più provinciale che citare la torre di pisa solo perchè la si riesce a realizzare!…) ci sarebbe anche quel bubbiso di stampo postindustriale che copre in toto l’orologio della piazza. Si vocifera venga direttamente dal museo di arte moderna di Oslo.

    Ma, d’altra parte, l’importante è che lo spettacolo sia gradito al Santo festeggiato: La SIB.
    (ormai c’è gente che sta chiamando il proprio figlio SIB. Fa anche esterofilo, a pensarci bene)

    Ma mi facciano il piacere!

    Fortuna che ci salvano i giochi pirotecnici (devo dire sempre di qualità).
    Il concertone finale, questo si, ripensato in chiave giovane , dinamica e soprattutto di utilità sociale (correre per la SLA).

    E finalmente c’è San Giseppu nuesciu. Che ci vuole per fortuna sempre bene. Almeno finchè non gli “riammoderniamo” pure la prucissione…..!

  10. giuseppe
    18 settembre 2010 16:35 | #10

    hahahahaha!!!!!!!la torre di pisa a copertino???Forse un gemellaggio????bo!!!M a cosa ci fa la scritta SIB sulla torre di pisa…questa si che e’una grande pubblicita’…..si per la sib…cosa centra la scritta sib…su una luminaria della festa….ma qualche tunu sa mbriacatu????per casu????Non ho parole!!!!Ovviamente per le luminarie…niente da dire…bellissime,come la festa.

    Giuseppe

  11. Cinzia
    18 settembre 2010 20:00 | #11

    Ma di cosa vi lamentate????? sai cosa vi dico che siete incontentabbiliiiiiiiii!!!!!!!!!!!
    (tutti i Cupertinisi allestero vorrebbero venire a vedere la festa)
    non dite cattiverie e gotetevi la festa….Saluti a tutti i copertinesi dalla Germania

  12. isabella
    18 settembre 2010 21:29 | #12

    Scusate,invece della torre di pisa,una bella immagine,del nostro patrono San Giuseppe,no ,e.Sarebbe stato da parte della sib un grande Onore Verso San Giuseppe,che intercede anche per te Sebastiano Mariano,provvidenziando il tuo lavoro in questo periodo di crisi.Al posto tuo offrirei una santa messa,per scusarmi e ringraziandolo.Magari fai qualche opera di bene,dona a chi non ha,vale più di una torre di Pisa.Auguri di tutto cuore.

  13. gianluca
    19 settembre 2010 07:47 | #13

    sono daccordo con l’analisi di “che te lo dico a fare” rispetto al grezzo. ma direi che quest’anno più che mai la festa rispecchia il copertinese verace, (quiddrhu tuestu). e che dire della discoteca all’aperto. neanche in romania avrebbero saputo fare meglio, xxxx copertinesi insomma. complimenti al comitato per l’organizzazione… basta pagare e tutto si può fare. per il prossimo anno riguardo lo sponsor rivolgetevi ad una marca di profilattici ed al posto della torre di pisa… W San Giseppu!

  14. Luca
    19 settembre 2010 09:10 | #14

    francesco :la torre di pisa non sta a copertino come la statua di manuela arcuri non sta a porto cesareo…..

    La torre era presenta anche alla festa di Sant’Antonio a Novoli lo scorso gennaio, anche se l’avevano posizionata non proprio in zona centrale…sinceramente anche in quel caso non capivo cosa centrasse…per quanto possa essere un’opera simpatica

  15. ladicopureio
    21 settembre 2010 11:50 | #15

    Credo che la festa di San Giuseppe da Copertino debba ritornare agli antiche splendori della festa tradizionale, con le luminarie tradizionali con luci e lampadari in vetro che addobbano con gusto e raffinatezza le architetture esistenti. Forse è il momento di nominare una commissione di esperti (storici dell’arte, architetti ecc.)che organizzi la festa dal punto di vista storico, artistico e architettonico. Le luminarie, anche se provvisorie, devono rimanere entro alcuni canoni architettonici, di buon gusto e di estetica che stiamo dimostrando di non avere. Purtroppo questo lo dimostriamo non solo con le parature per la festa, ma anche con le “architetture” che siamo capaci di realizzare.
    Mi auguro che la festa di S. Giuseppe da Copertino nel futuro possa essere ricordata per la sua sobrietà e per il suo legame forte prima con il Santo e poi con le tradizioni nostre e con la nostra cultura.

  16. manuela
    22 settembre 2010 12:15 | #16

    LA NOSTRA FESTA è CONOSCIUTA IN TUTTA ITALIA, SONO SCESI DA MILANO E ANCONA PER VEDERLA,QUINDI NON FATE LI MACINNULARI E SCIUTICATI TUTTU.. è BELLISSIMA GODIAMOCELA E SIAMONE FIERIIIII!!!!!

  17. sandro
    28 febbraio 2011 14:46 | #17

    la prossima festa di s. giuseppe la facciamo alla zona industriale affianco la sib che c è un piazzale.mi raccomando girate casa xcasa x la sottoscrizione di 10.00 euri no obolo volontario.x quanto riguarda il commento della s.manuela è vero che sono venuti i milanesi a vedere la festa,ma anche li cinesi e li americani ma cu betinu a do iaticamu li sordi……. auru ca crisi.———–

Devi esserti collegato per inviare un commento.