Copertino Online

il primo magazine on line su Copertino

Il cambiamento che non c’è

- COPERTINO – La revoca delle deleghe agli assessori è il segno evidente di un malessere da poltrona che è divenuto ormai caratteristica predominante dell’amministrazione Rosafio. La totale paralisi a cui la nostra città è stata costretta in questi mesi si può spiegare soltanto con la mancanza di una idea di sviluppo e di una prospettiva di governo capace di andare oltre alla “stupida” e “vecchia” idea della politica intesa come clientela da soddisfare e prebende da elargire. A parlare è il coordinamento cittadino di SEL

Ci sarebbe da ridere se la situazione non fosse tragicamente irreversibile, se non ci si rendesse conto che i protagonisti di questo balletto della vergogna sono coloro che dovrebbero rappresentare e fare gli interessi dei cittadini copertinesi e, come tali, agire di conseguenza e avere rispetto della città e delle istituzioni. Assenti dalla città, lontani dal comune, persino latitanti dagli uffici dei loro assessorati, distanti da quelle che sono le problematiche reali della nostra città, capaci solo di fare gli interessi di pochi.

Morti viventi bravi a ritirare lo “stipendio” pagato molto generosamente da noi copertinesi.

Avevano parlato di Cambiamento e di Partecipazione, avevano avuto il “coraggio” di fare i “nomi” mossi da uno spirito di onestà senza precedenti e senza ritegno, dimenticando di pronunciare i loro.

Oggi possiamo dirlo, se mai qualcuno non se ne fosse ancora accorto. Non c’è alcun cambiamento. Non c’è volontà di amministrare. Non c’è capacità di programmare. Sono riusciti, a stento, a praticare la normale amministrazione, con sofferenza sono riusciti ad avere i soldi dalla Regione Puglia, molto meno di quelli che avrebbero potuto avere, rischiano di perdere fondi già elargiti dalla Regione, hanno rinunciato a centinaia di milioni di euro che la comunità Europea metteva a disposizione.

I Servizi Sociali sono stati totalmente demoliti, il ruolo del comune di Copertino negli organismi istituzionali intercomunali è inesistente, all’interno del Piano di Zona il nostro assessore non ha avuto alcuna funzione , ciò che è stato ottenuto è solo una promessa di finanziamento vincolata alle decisioni della Regione Puglia. Qualcuno vada a vedere che cosa ha ottenuto Leverano.

Hanno trasformato un settore strategico come la Cultura, in grado da solo di attirare migliaia di turisti, in una sorta di miniculpop copertinese, utile solo a qualche parente di qualche assessore e a qualche associazione “zerbino”. Utilizzano il Parco della Grottella per la Festa della Birra e lo vietano alla giornata contro l’omofobia, adducendo come motivazione una strana incompatibilità con la figura del Santo. Qualcuno mi spieghi la compatibilità del Santo con la festa della Birra.

Quotidianamente si assiste alla lenta agonia di coloro che si recano presso l’Ufficio Urbanistica senza ottenere risposte, indirizzi e certezze. È incredibile che un Ufficio nevralgico per la programmazione e lo sviluppo economico e sociale dell’intera città sia bloccato definitivamente.

Chi se ne importa se hanno tolto le deleghe, che cosa mai potrà cambiare se ai protagonisti indiscussi di questo sfacelo verranno assegnate altre deleghe, quale vantaggio potrà mai avere la nostra città da una politica intesa solo come poltrone da assegnare in cambio della possibilità di andare avanti.

Magari il buon Rosafio penserà di assegnare qualche delega a qualche scalpitante e irrequieto consigliere comunale?

Forse questo lo aveva già compreso Del Prete?

A tutto questo si aggiunga la perversa idea che questi amministratori hanno del Potere, la stupida convinzione di essere i Generali di Copertino, coloro che “comandano” la Città e come tali si permettono di non informare i cittadini rispetto a quello che succede. In nessun paese, città, comune, villaggio,si sarebbe potuto verificare una cosa del genere, un sindaco che ritira le deleghe nella più assoluta segretezza, senza che né consiglieri comunali, ne i cittadini possano sapere e comprendere che cosa stia succedendo nella propria città e quali siano state le motivazione di una scelta grave e probabilmente necessaria.

Noi però non ci rassegniamo. Non vogliamo pensare che i copertinesi abbiamo perso la capacità di indignarsi, non consentiremo che la bugia, il ricatto, la clientela trovino ancora casa nella nostra città. Non possiamo più permetterlo.

Per questo ci chiediamo che fine abbia fatto il maggiore partito dell’opposizione, in quale stanza del “potere” sia rimasto bloccato. Ci chiediamo se non sia l’ora che questi dirigenti del PD si sveglino dal torpore e dalla catalessi che sembra ormai averli colpiti definitivamente e cerchino di comunicare alla città lo schifo imperante di questo Paese. Se non sono più in grado di farlo allora tornino alle loro cose, facciano altro, abbiano la dignità di ammettere il fallimento e lasciare ad altri la possibilità di ricostruire un fronte unico di opposizione. Lo chiediamo senza alcuna polemica ma con la forte convinzione che una Sinistra forte, nuova e soprattutto libera possa essere costruita anche a Copertino.

  1. fabio
    8 ottobre 2010 11:37 | #1

    Quello che colpisce più di ogni altra cosa è la totale incapacità di questi amministratori di dare delle risposte adeguate a delle precise richieste; la più completa assenza, anche fisica, dai luoghi in cui dovrebbero essere per svolgere il ruolo cui sono stati demandati (se si vuole affrontare una questione con un assessore, invece che in municipio,basta farsi una passeggiata nel luogo dove si svolgono settimanalmente i consigli comunali: il marciapiede dell’Unicredit la domenica mattina); l’arroganza di fare quel che fanno (NIENTE) giusto per raccogliere la paga mensile e, presumibilmente, anche qualche lauto dono da qualche amico messo in pole-position.
    La colpa di questo immobilismo, di questa catalessi, di questa incapacità di tenere il passo dei tempi è solo colpa nostra. Avevamo l’opportunità di dare un sontuoso calcio nel deretano a tutti questi signori, però, non abbiamo colto l’occasione. Li abbiamo riportati dov’erano dopo anni di malgoverno, tenendo fuori giovani (parlo di Alba Nuova, Meetup e Sinistra Ecologia e Libertà)che non avevano molta esperienza ma avevano ed hanno ancora IDEE, VOGLIA DI METTERSI IN DISCUSSIONE, VOLONTA’ DI LAVORARE PER LA CITTA’, cose che gli attuali amministratori, ma anche i precedenti (che dico….molti sono gli stessi!)non sanno nemmeno cosa siano. Quando uno è causa del suo mal pianga se stesso.Siamo ancora al MEDIO EVO……e ci permettiamo anche di “canzonare” i nostri vicini di Leverano che, invece, con il lavoro e le competenze hanno fatto passi da gigante.

  2. massimo muci
    8 ottobre 2010 11:52 | #2

    ma che cosa volete chiedere al Pd copertinese? a loro questa situazione va bene, anzi benissimo perchè portano avanti i loro progetti (e non ti diranno mai quali sono)e assistono compiaciuti ad una disfatta politico-amministrativa che sarà il loro punto di forza alla prossima competizione. faccio fatica a capirvi

  3. Anna Grazia Mp
    8 ottobre 2010 16:40 | #3

    Ciao,
    condivisione totale per il comunicato di SEL. Mi pare uno spiraglio di luce nel buio copertinese , peccato non abbiano rappresentanti in consiglio comunale! mi pare difficile che il Pd arrivi alle elezioni con un punto di forza, se continuano in questa maniera scampariranno molto prima.Nessuno chiede nulla, ma, caro Massimo, il PD non è il dirigente di turno, o il consigliere eletto chissà come, il PD sono centinaia di persone che ancora credono in un progetto politico e se i dirigenti copertinesi non sono in grado di tradurlo concretamente allora……..hanno ragione i compagni di SEL vadano a fare in c……. be insomama ci siamo capiti! e lascino spazio ai giovani per ricostruire nuovamente un centro Sinistra forte e dignitoso ( la dignità è mancata alle ultime elezioni).

  4. 8 ottobre 2010 18:41 | #4

    articolo che rispecchia fedelmente la situazione di copertino, tanto che purtroppo non vi è nulla da aggiungere, se non sperare che quanto prima questo governo cittadino cada e ritorni un commissario che come al solito ci porto alle elezioni, alemeno cosi i candidati sindaci spenderanno un po di contante x essere rieletti (speriamo di no)…………

  5. Fancesco
    9 ottobre 2010 10:18 | #5

    Come fare a non condividere???
    siamo allo sfascio totale e i motivi sono elencati benissimo dai ragazzi di SEL. Andate avanti, non vi fermate molti vi seguono con interesse. Siete l’unioca alternativa che abbiamo.
    Condivido la necessità di creare un centrosinistra nuovo a Copertino, il PD è fondamentale ma questa segreteria non va più bene. I consiglieri comunali sono assenti. Solo se si lascia spazio alle giovani generazioni, al loro entusiasmo, pootremo costruirlo il centrosinistra,altrimenti saremmo sempre schiavi delle coalizioni alla rosafio dove ce tutto e il contrario di tutto.

  6. Chiara
    9 ottobre 2010 10:41 | #6

    e bravi i sellini! sempre puntuali e precisi.
    solo qualche domanda!
    ma perchè perdete tempo coi grilli che cantano all’alba?
    ma perchè non avete una sede?
    ma il laboratorio dei Bollenti spiriti a Spallanzani ( vi ricordate?? ci avete fatto la campagna elettorale) che fine ha fatto? perchè non parte? è vero che l’assessore dell’anna voleva gestirlo lui e invece il bando è stato vinto dai sotterranei arcie per questo ha bloccato tutto?

  7. 9 ottobre 2010 11:54 | #7

    ..ti assicuro cara Chiara che al momento i SELlini non perdono tempo con noi, “i grilli che cantano all’alba”.. non c’è alcun progetto comune in corso. Anche se siamo totalmente disponibili a qualsiasi idea migliorativa per la società copertinese che i sellini vorrebbero proporre. Certo, io dico (e non per parte ma con estrema oggettività) grazie a Dio che abbiamo un grillino che canta all’alba in consiglio comunale perchè altrimenti non so, ad oggi, quale sarebbe la situazione del nostro paese! Prima di giudicare forse sarebbe il caso di CONOSCERE! ;)

  8. Sinistra Copertino
    9 ottobre 2010 12:20 | #8

    Ciao a tutti/e
    grazie per le parole di incoraggiamento e di stima.
    Caro Massimo pensiamo che la dirigenza del PD sia la causa del blocco di questo Partito. La lettera dei giovani del PD dei giorni scorsi nè è la prova. C’è un dibattito in corso all’interno del PD e ci sono compagni/e disposti a mettersi in gioco e a costruire un centro sinistra “diverso”.Nei prossimi giorni avvieremo una serie di iniziative che hanno questo obiettivo.
    Carissima Chiara,
    proviamo a dare una risposta ai tuoi quesiti:
    1)Chi scrive non ha molta stima di Grillo. C’è da dire però che Alba nuova e Copertino Meetup fanno un ottimo lavoro sul territorio sia dal punto di vista dell’Informazione (vedi Nuova Copertino) sia dal punto di vista dell’impegno istituziononale. Oggettivamente Il consigliere Alemanno è l’unico consigliere che riesce a fare un minimo di opposizione sensata a questa amministrazione(certo vorremmo capire che fine ha fatto Esposito).
    2) La sede c’è!!! e sarà operativa nei prossimi giorni. è ubicata in P.zza Monumento 16 (di fianco al Ciokko caffè). Ti aspettiamo.
    3) Il LUG di Spallanzani dovrebbe partire ed essere inaugurato entro Dicembre, anche perchè, se cosi non dovesse essere, rischiamo di perdere tutti i finanziamenti.Ciò che fino ad oggi ha bloccato la partenza è solo un problema burocratico legato ai bandi per l’allestimento, problema che mi risulta dovrebbe essere risolto nel giro di 2 settimane dai tecnici dell’Union 3. Rispetto al Bando di Gestione non credo che l’Assessore Dell’Anna abbia il potere di fare una cosa del genere, certamente la LUME ( ASSOCIAZIONE DI CUI LUI è STATO IL REFERENT) ha REGOLARMENTE partecipato (credo in ATS) al Bando di gara per la gestione dei LUG dell’UNION tre.
    Il bando è stato vinto dall’ Ats formata da tutte le associazione che avevano lavorato alla progettazione dei siti (tra cui anche Arci i Sotterraeni) e la cui capofila è Video Prime, un’agenzia di Leverano, che si occupa di produzioni televisive e audiovisive.
    ad ogni modo siamo a tua disposizione per ogni chiarimento.
    G.M.

  9. massimo muci
    9 ottobre 2010 12:54 | #9

    provo a spiegarmi meglio: col pd attuale perdete solo tempo. è inutile andargli dietro. se invece c’è un ribaltamento e il pensiero di Vincenzo Nobile e di Cosimo Esposito avrà maggiore, se non totale, rilievo … allora si potrà, voi e noi di AlbaNuova, iniziare a dialogare e a ragionare.

  10. pat
    9 ottobre 2010 14:55 | #10

    Col PD non c’è speranza…..Sebbene vi siano alcuni (pochissimi)giovani che abbiano qualche barlume d’idea e la volontà di metterla in pratica, si tratta di poche menti che, comunque, risultano inserite all’interno di una struttura partitica che li vincola e ne limita la libertà d’azione. Sono “costretti” a seguire la linea del partito che è gestito, dai grandi strateghi della scorsa tornata elettorale e che lasciano poco spazio alla gioventù, non ancora paghi di tutti gli anni trascorsi a vivacchiare a Palazzo Briganti. Dall’esterno si percepisce, invece, una certa vivacità sia dei sellini che dei grillini, proprio perchè più liberi e non costretti ad obbedire ai DIKTAT di un partito politico. Laura si sta facendo valere in consiglio e dovrebbe essere da esempio per tutti quei giovani desiderosi di impegnarsi per ridare credito e lustro a questa città. I giovani PD sono strozzati dalla vecchia nomenklatura che li tiene sotto scacco e prima che possano ambire ad un posto di rilievo diventeranno essi stessi vecchi e obsoleti.

  11. Anna Grazia Mp
    9 ottobre 2010 15:52 | #11

    non sono entusiasta ne di Alba Nuova ne del Meetup, mi ricordo la campagna elettorale e ancora devo capire le ragioni che hanno portato il Prof. Esposito a ritirare il sostegno al centro sinistra ( a meno che voi non pensiate che siano davvero state le accuse di massoneria di un illustre sconosciuto ) un gesto irresponsabile e anche un po incivile.Dopo di che prendo atto e mi fido della Sinistra di Copertino. Io comunque voglio il Centro Sinistra forte, che parli di lavoro, di accoglienza, di femminismo, di diritti civili che abbia una idea di governo Trasparente e che la smetta di fare le guerre per le poltrone. Questo voglio! Basta con le ammucchiate.Sel Copertino è l’unica che può ricostruire il centro sinistra a Copertino e mi pare che sia la strada che vogliono intraprendere se riusciranno a porre le condizioni perchè il PD tolga di mezzo elementi cancerogeni come Martina, Inguscio, Nestola, Schito, De lorenzi etc…….allora avremo una possibilità di salvezza e quindi di battere Rosafio, altrimenti alle prossime amministrative vedremo di nuovo Rosafio , contro un centro sinistra morto, una sinistra per Copertino viva, che genera entusiasmo e che magari riesce a prendere un cons. Comunale e una alba nuova meetup anch’essa viva e entusiasmante (mio marito li ha votati, io ho votato SEL nonostante sia stata sempre iscritta al PD), e nulla cambierà!

  12. Chiara
    9 ottobre 2010 16:12 | #12

    Ciao Sinistra Grazie per le risposte!
    quindi a Dicembre si aprirà, io abito a Spallanzani e per noi sarebbe ossigeno una struttura del genere!
    sicuramente verrò a trovarvi, ma sono allergica alle tessere sappiatelo!!.
    Per quanto riguarda Alessandro non volevo offendere ma vi vedo sempre concilianti, questi sono veri e propri criminali, magari vi fanno passare le lampade votive e le riprese ai cons. per farvi stare zitti, e poi nel mio quartiere ci massacrano, le erbacce arrivano a coprire i bambini, i topi escono a passeggiare tranquillamente, non c’è uno spazio verde per i bambini, e chi si ricorda di noi? nessuno per alcuni noi siamo feccia perchè siamo poveri, in campagna elettorale approfittano della disperazione di tante famiglie per comprere i voti , sapete che significano 50 euro per una famiglia di un disoccupato?solo Sel è venuta a fare due comizi da noi senza offrire soldi. non metto in dubbio l’onestà di nessuno (tanto meno la Vostra Alessandro), ho 24 anni e mi spacco il …… per andare all’università e lavorare per pagarmela e non ne posso più dei compromessi. Non voglio compromessi con questi criminali, non mi accontento delle video riprese ne dei led, voglio un cambiamento vero!

  13. 9 ottobre 2010 16:32 | #13

    La nostra decisione di allontanarci da quel centrosinistra ad oggi non può che ritenermi soddisfatto. A prescindere dalle accuse di massoneria di quei giorni, da quello che potrebbe essere successo al Prof. Esposito, oggi la realtà è che fortunatamente non facciamo parte di un PD morto, che vota a favore argomenti disastrosi per la cittadinanza..come la zona industriale ad esempio. Orgoglioso di essermi allontanato da un “IO SUD” che fa della demagogia la base politica e tende sempre più la mano alla maggioranza per la sua voglia di entrare di prepotenza nel PDL.
    E sono orgoglioso nel vedere che il mio gruppo (AlbaNuova e CopertinoMeetup) ad oggi ha portato proposte concrete (e non semplici articoli di giornale) su tante tematiche! WiFi cittadino (con progetto e costi), via grottella, lampade votive LED (faranno risparmiare 12000 euro l’anno), regolamento e videoriprese (fatte da noi volontariamente e gratuitamente), trasparenza amministrativa (chi ha fatto sapere alla cittadinanza l’atto di revoca degli assessori?..il PD?!?!) con nuovacopertino.org .. e molto altro!..
    A qualcuno suona male l’opposizione che propone e che lavora..ma copertino è da cambiare e se ancora pensiamo a farci le lotte tra destra e sinistra in consiglio non si andrà avanti!.. che litighino pure, noi portiamo cambiamento..chi sta ha a cuore il bene per copertino si faccia avanti!

  14. 9 ottobre 2010 16:37 | #14

    Chiara figurati. Ma il nostro modo di vedere la politica è intenderla come strumento per il cittadino. Io ho una consigliera in consiglio comunale, porto a lei i miei problemi e c’è un gruppo che pensa a come risolverli e portare progetti in consiglio. Prova a usare questa possibilità anche tu! Che SEL abbia fatto una campagna elettorale strepitosa, nuova e tra la gente non c’è dubbio! ho apprezzato molte volte il loro modo di fare politica, di sinistra. Ma le guerre si fanno in consiglio adesso. E non siamo concilianti..hanno solo i numeri!

  15. Corrado
    9 ottobre 2010 17:11 | #15

    “Ma le guerre si fanno in consiglio adesso”….

    e i dibattiti in rete su copertinooline.

  16. Giuseppe dl
    9 ottobre 2010 18:18 | #16

    “Io ho una consigliera in consiglio comunale”???????????? Alessandro Nestola, mi dici come si fa ad evere una consigliera in consiglio comunale? Ciao.

  17. 9 ottobre 2010 19:52 | #17

    Caro Giuseppe, con una Politica partecipata che invita i cittadini a prenderne parte :) “L’io” non era ovviamente riferito a me stesso ma a me come parte di un movimento .. come cittadino! Favoritismi non ne esistono Giuseppe. Ricordatevi sempre che tutti quelli che siedono quei banchi sono nostri dipendenti. Gente votata per fare l’interesse di Copertino. Capisco che sia difficile per voi abituati con PD o PDL..ma esistono altre realtà nel paese che sarebbe il caso di conoscere.
    Corrado, i dibattiti in rete sono belli, non sono comizi perchè c’è il confronto e tante volte succede che si cambia idea oppure si vedono le proprie idee in maniera differente, proprio grazie al dialogo!

  18. 10 ottobre 2010 09:14 | #18

    Odio la Sinistra,
    odio la Sinistra dei cantori del nulla ideologico,
    dei moralisti, degli intellettuali, dei filosofi
    impegnata sempre a impartire lezioni.
    Odio la Sinistra delle trattative sotto il tavolo,
    degli inciuci, dei silenzi, delle votazioni in aula per l’indulto
    e dell’assenza dall’aula per lo Scudo Fiscale.
    Odio la Sinistra che ha trasformato l’opposizione in una caricatura,
    la Sinistra autoreferenziale che non tollera nessuno alla sua sinistra e dialoga con mafiosi e piduisti.
    Odio le ottusità e le furbizie della Sinistra, il distacco dagli operai, dai precari,
    l’altezzosità dei suoi giornalisti maestri del pensiero unico.
    Odio la Sinistra che ha dimenticato gli operai, i precari, i disoccupati,
    la Sinistra dei sindacati scomparsi, quella degli inceneritori, dell’acqua privata,
    del nucleare sicuro e dei parlamentari che maturano la pensione dopo due anni e mezzo.
    Odio la Sinistra dei tesorieri di partito che incassa centinaia di milioni di rimborsi elettorali
    e che organizza feste di partito tutto l’anno.
    Odio la Sinistra che non è più comunista, né socialista e neppure socialdemocratica,
    la Sinistra che candida De Luca in Campania e Carra in Parlamento e che elogia Tronchetti e Marchionne.
    Odio la Sinistra che attacca in pubblico Berlusconi e che gli ha regalato televisioni,
    ricchezza, impunità e che non ha mai fatto una legge sul conflitto di interessi,
    la Sinistra che fa 10 domande su Noemi e la D’Addario per un’intera estate
    e che per 15 anni non ne fa una sui mandanti della morte di Borsellino.
    Odio la Sinistra che ha dimenticato Pasolini, Berlinguer, Pertini e che vuole riabilitare Craxi,
    la Sinistra che se non sei di sinistra sei di destra e se sei di sinistra devi fare una coalizione delle forze progressiste.
    Odio la Sinistra che si nutre di berlusconismo e di anti berlusconismo per sopravvivere,
    la Sinistra che non discute mai di programmi,
    ma di persone, avversari, equilibri, poltrone, percentuali di voto, candidati.
    Odio la Sinistra della TAV, della base americana di Dal Molin e delle sue cooperative del cemento,
    la Sinistra del “Lavoro, lavoro, lavoro!” di Fassino e sua moglie mantenuti in Parlamento da generazioni di italiani.
    Odio la Sinistra dei consigli regionali in galera per tangenti, della Campania trasformata in discarica da Bassolino,
    dei “termovalorizzatori” di Chiamparino, della spocchia dei funzionari di partito.
    Odio la Sinistra dei richelieu da strapazzo che costruiscono alleanze e coalizioni nell’ombra.
    Odio la Sinistra che, per non perdere voti, soffoca i movimenti dei cittadini nel suo recinto razionale e riformista
    dove pascolano le vacche sacre con la barba bianca e, se non ci riesce, ne inventa di fasulli per occupare uno spazio politico.
    Odio la Sinistra, così come la Destra, per la loro capacità di togliere ossigeno alle idee,
    per la divisione dei cittadini in fazioni una contro l’altra armata con i politici a fare da arbitro,
    per la distruzione della sola idea di un futuro.

  19. Giuseppe dl
    10 ottobre 2010 09:45 | #19

    Caro Alessandro, nè cu unu e nè cu l’auru!!! Chiaru??? Io ho mandato diverse mail al comune per segnalare guasti minuti come le buche, le lampadine fulminate, per chiedere l’indirizzo del consorzio degli olii usati che come sai è obligatorio ma nessuno mi ha mai risposto. Se c’è una consigliera che non è sorda spero tu possa invitarla a frequentare Copertino on Line, grazie al quale, ripeto, ho scoperto che il nostro meraviglioso paese non è morto ma respira ancora. A presto. Ciaooo.

  20. Corrado
    10 ottobre 2010 09:46 | #20

    il sarcasmo non era su “in rete”, ovviamente.

    ciao

  21. pat
    10 ottobre 2010 14:41 | #21

    Bella la filastrocca di CoscIenzA…………sembra la foto di gruppo di tutto l’establishment del PD…….compresi i suoi organi d’informazione sempre più impegnati nella demolizione del diavolo Berlusconi e del Berlusconismo e sempre più lontani dai problemi reali della gente. Non sono da meno i PD di Copertino che sfornano un manifesto ogni 3 mesi per dare contro all’amministrazione dimenticando, però, che fino a un anno e mezzo fa erano loro al potere e lo sfascio era tale e quale. Perciò largo alle nuove leve………raccogliamo tramite questo blog proposte e idee da sottoporre a questi inetti che sono al Palazzo……può darsi che qualche suggerimento possa smuoverli. Chi ci sta si faccia avanti.

  22. Giuseppe dl
    10 ottobre 2010 16:40 | #22

    Cattiva CoscIenza…

  23. 10 ottobre 2010 23:13 | #23

    CoscIenzA bellissima, te la rubo :D
    Giuseppe non è uno sportello reclami questo sito, ma un contenitore di idee e riflessioni sui fatti copertinesi.

  24. Gianmarco
    11 ottobre 2010 08:34 | #24

    CoscIenzA, l’Odio non ci porterà molto lontano. Io ( che sono di Sinistra) non Odio ma cerco di costruire un percorso che porti dentro le migliori risorse di cui questo paese dispone.\ Considero questa amministrazione il peggio che Copertino possa avere e alcuni dei motivi sono sui elencati; come Chiara ritengo che non ci siano i margini per costruire collaborazioni di alcun tipo con questi amministratori, penso ( ma è una malsana idea di Sinistra) che l’unica maniera per battere Rosafio sia costruire un Centro sinistra forte che comprenda anche un PD rigenerato e rinnovato e in questo senso Sel dovrà muoversi nei prossimi mesi.Ribadisco che ritengo l’opposizione della Consigliera Alemanno coerente, determinata e SOLITARIA.
    Senza Odio alcuno!

  25. massimo muci
    11 ottobre 2010 11:02 | #25

    che cosa significa secondo voi componente ESTERNO dell’Ufficio di Staff del Sindaco?

  26. fabio
    11 ottobre 2010 11:13 | #26

    OK, Pat…..provo a lanciare la prima idea…..Sarei molto curioso di sapere cosa pensano i frequentatori di questo blog riguardo alla necessità improrogabile di valorizzare il nostro Centro Storico magari cominciando con il completo ribasolamento di Piazza Castello e la conseguente eliminazione del marciapiede antistante i tre locali commerciali. Ciò al fine di dare un’impronta più consona con il castello e la porta di S. Giuseppe. Qusta Piazza dovrebbe diventare il centro nevralgico della Città e comonciando da qui, dal posto in cui sorge uno dei più bei Castelli di Puglia, il centro storico potrebbe ritrovare nuova linfa vitale. Certo, a questo intervento dovrebbero, poi, seguirne altri…..con l’obiettivo di rendere più bello ed accogliente un centro storico che sta morendo. Molti Comuni del Salento stanno procedendo, o hanno già operato, in questo senso sostituendo l’asfalto con dei basoli più adatti a rappresentare le strade e le piazze di un centro storico(vedi S. Donato, Maglie, Tricase ecc.). Vi ricordo che il nostro castello è inserito nei principali itinerari eno-gastronomici del Salento, perciò, la piazza che lo ospita dovrebbe esserne un degna cornice.

  27. francesco
    11 ottobre 2010 13:28 | #27

    ma perchè dovremmo aiutare questi “criminali” a sopravvivere. io il bene di Copertino lo faccio mandandoli a casa, facendoli smettere di fare altri danni, ma veramente pensate che abbiano difficoltà a farvi passare le lampade al compo santo o le video riprese o il wi-fi? vi faranno passare tutto per accontentarvi percghè queste cose non incidono sulle cose davvero importanti per loro (Zona Indistriale, Multi servizi, Appalti, edilizia scolastice etc…..) Ma che volete che importi ai disoccupati, ai poveri alle persone di Spallanzani del Wi- Fi? dovremmo unirci tutti e farli cadere….solo mandandoli a casa potremmo fare il bene di Copertino, no cu li lampadae ti òlu campusantu!Non siamo noi che dobbiamo lanciare le idee…….alrimenti di nuovo ci prenderanno in giro…….dicendo che sono daccordo vedi intervista al Sindaco realizzata ………io di questi non mi fido!

  28. 11 ottobre 2010 13:53 | #28

    Francesco ma credi che sia davvero così semplice mandare a casa una maggioranza con parte dell’opposizione “morta” e che non fa uno stralcio di opposizione?..un’opposizione che si chiama PD!
    E allora che vuoi, meglio comunque cercare di fare qualcosa nel frattempo.. se sai come mandarli a casa dimmelo :)

  29. Farncesco
    11 ottobre 2010 15:11 | #29

    l’opposizione non si fa solo nel consiglio comunale, chi se ne importa del PD morto, parlate con le altre forze poitiche , andate (anzi andiamo) nelle piazze, nei quartieri, a denunciare questo schifo, la gente è stufa , è stanca di Rosafio esattamente quanto lo è del pd e dei loro dirigenti morti, se gli diamo pure gli strumenti per dire che hanno fatto qualcosa, che sia il wifi o le video riprese li rafforziamo e basta.
    Ho stima e rispetto di Voi( A.Nuova e Meetup) sia chiaro!!!!

  30. fabio
    11 ottobre 2010 17:34 | #30

    Ragazzi, quello che spesso manca è il senso civico, inteso come consapevolezza di far parte di una comunità. Anche se ora il governo della Città è detenuto da una masnada di inetti, io credo che sia necessario che chiunque possa proporre la soluzione ad alcuni problemi, abbia il DOVERE di farlo, indipendentemente dalla portata dei problemi stessi.
    Caro Francesco, credi che i poveri di Spallanzani o i disoccupati di cui parli non siano consapevoli dello sfascio in cui la Città sguazza? Solo che diventa difficile, per uno che fa la spesa una volta al mese o per uno che non lavora da tempo, dire no a “certe offerte” in cambio del voto. E’ proprio su questo che hanno giocato questi signori che definire Sciacalli sarebbe poco. Gente di questa risma, secondo te, è in grado di capire in prospettiva quale beneficio potrà avere il WI-FI per Copertino?
    Comonciamo dalle cose che sembrano piccole…..la gente, ti assicuro, se ne accorgerà.

  31. 11 ottobre 2010 21:47 | #31

    Il nostro modo di intendere la Politica come servizio al cittadino ci impone di non perdere tempo a fare opposizione stupida (visto che hanno i numeri per far passare qualsiasi cosa vogliono) ma di investirlo in proposte che se fatte non faranno bene all’amministrazione rosafio ma al benessere e alla civiltà dei cittadini copertinesi. Che poi esistano tematiche sociali drammatiche che devono aver sicuramente un’attenzione maggiore è vero. Ma allora se dovessi fare il tuo ragionamento Francesco non dovrei fare nulla manco per gli abitanti di Spallanzani e i disoccupati.. perchè darei un’alibi a chi ha offerto denaro per il voto di dire “visto, abbiamo fatto qualcosa per voi!”..
    bè a me non importa chi fa cosa, l’importante è che si faccia davvero qualcosa per combattere povertà e ignoranza che, nel paese, alimenta superficialità politica e sociale.

  32. Chiara
    12 ottobre 2010 08:32 | #32

    Smettela di parlare di Spallanzani come se fosse il luogo in cui abita la feccia di Copertino, se il quartiere è diventato così è perchè nessuno ha ,mai voluto investire sulle periferie, in politiche sociali dirette a quel quartiere.
    per qunato mi riguarda non mi importa nulla ne del Wi Fi ne dei led, non sono queste le politiche del cambiamento,o meglio possono esserle se inserite in un contesto di cambiamento generale è evidente che abbiamo una idea diversa della politica.
    Ha ragione Francesco!
    provate a fare qualche proposta seria sulla zona industriale , sull’assegnazione degli assegni alle famiglie bisognose ( macchina di costruzione consensi), provate a dirottare fondi alla riqualificazione di Spallanzani, intese come politiche sociali e non con la pulizia delle aiuole…..provate e vedrete quali saranno le reazioni, poi dopo provate a fare installare il Wi Fi a Spallanzani e vedrete che vi acconteteranno.Mandarli a casa è lunico strumento per fare bene a Copertino, il resto sono chiacchere.
    Cari SELLINI soono venuta a trovarvi ma la sede era chiusa………..no cuminciati puru ui…altrimenti…….

  33. pandocrazia
    12 ottobre 2010 10:57 | #33

    Cara Chiara non ho usato certi termini. Rispondevo a chi ha fatto l’esempio di quel quartiere. Non è andato il mio gruppo a chiedere voti lì in cambio di aria fritta. Per quanto riguarda il WiFi o il LED sicuramente non t’importa, sicuramente non sono progetti che arricchiranno la gente, ma sicuramente non siamo noi a dare la linea politica del Paese. E sicuramente non sono meno serie di altre. Per la Zona Industriale perchè te la prendi con noi e non col PD che ha appoggiato tramite il voto favorevole della Cons. Inguscio l’amministrazione. Perchè non te la prendi con chi continua a volere una multiservizi spa senza pensare al futuro senza la raccolta differenziata…perchè non te la prendi con chi oggi vuole appoggiare il PD, opposizione mancante e tutt’uno con l’amministrazione rosafio, per fare fronte comune. Quel PD che non sta facendo nulla per cambiare copertino ma che sta semplicemente facendo questo ragionamento: “facciamogli fare i casini che poi possiamo usarli nella prossima campagna elettorale”. Non preoccuparti, arriveranno anche proposte sul sociale. Ed in Consiglio, no sulla stampa o sui 70 100.

  34. 12 ottobre 2010 10:58 | #34

    ovviamente il commento precedente è mio ;)

  35. fabio
    12 ottobre 2010 11:18 | #35

    Brava Chiara, non ci conosciamo ma dalle parole che dici sembri una ragazza che sa quello che dice e sa anche quello che vuole. Sei l’esempio di come dovrebbero reagire i giovani di fronte al malgoverno e all’immobilismo della classe dirigente.Molti tuoi coetanei, invece, sono apatici e si fanno trascinare dagli eventi. Si svegliano solo quando ne sono travolti.E’ vero, Spallanzani non è il ricettacolo di tutti i problemi della Città. La gente che vi abita ha grande dignità, è onesta e conosce le difficoltà della vita. Hai parlato di politiche sociali, però siamo ancora al generico…..cosa intendi di preciso? Sii più concreta, perchè il guaio di tutti noi è proprio quello di pronunciare belle parole che, però, non riusciamo a supportate con i fatti. E’ qui che non dobbiamo sbagliare……dobbiamo proporre ma allo stesso tempo indicare anche come procedere.

  36. gianmarco
    12 ottobre 2010 13:18 | #36

    …perchè non te la prendi con chi oggi vuole appoggiare il PD, opposizione mancante e tutt’uno con l’amministrazione rosafio, per fare fronte comune. Quel PD che non sta facendo nulla per cambiare copertino ma che sta semplicemente facendo questo ragionamento: “facciamogli fare i casini che poi possiamo usarli nella prossima campagna elettorale

    Se Il riferimento è a SEL, probabilmente non hai capito quello che è stato scritto sul comunicato, pertanto ti invito a Rileggerlo con più attenzione.

  37. 12 ottobre 2010 23:05 | #37

    Gianmanco l’ho letto abbastanza bene. Semplicemente lo trovo politicamente anomalo. Come fa un partito come SEL ad invitare un partito come il PD a cambiare il direttivo?..e credi che Gigi Nestola, Inguscio &Co. possano mettere da parte il loro “ruoto copertinese” (significa quindi non contare nulla nel proprio paese) e mantenere le cariche provinciali (&oltre..)? Il resto te l’ho già scritto in privato :)
    SEL è una bella realtà. Se davvero vuole dare un bel segnale di discontinuità politica non si dovrebbe mischiare tra le mele marce..
    Poi magari obblighi morali di partito vi costringono in qualche modo ad unirvi a quello che dovrebbe essere il futuro centro (ahimè) sinistra..

  38. gianmarco
    14 ottobre 2010 10:47 | #38

    Continuo a pensare che tu non lo abbia letto bene.
    mai chiesto al PD di cambiare direttivo. Mai detto che senza PD siamo morti. Vorremmo che il più forte partito di opposizione facesse opposizione e sopratutto desse un segno di rinnovamento, a tutti i livelli locale , provinciale e regionale. Vorremmo costruire un centro sinistra nuovo, diverso da quello che ha flagellato Copertino negli ultimi anni. Non abbiamo nessun obbligo morale nei confronti di nessuno e SEL non ha una struttura tipica di un partito, è un laboratorio in cui si creano percorsi per la costruzione di una Sinistra nuova. Che tu ci creda o no! Il centro sinistra va costruito dalle fondamenta, se vogliamo dare una alternativa a Rosafio. Altrimenti di nuovo divisi e di nuovo deboli.

Devi esserti collegato per inviare un commento.