Copertino Online

il primo magazine on line su Copertino

“Il Re è nudo”, AlbaNuova e Copertino Meetup sullo staf del Sindaco

-COPERTINO- Riportiamo di seguito il comunicato stampa diramato dall’associazione politico – culturale AlbaNuova CopertinoMeetup sulla recente nomina di uno staff a supporto dell’azione amministrativa dell’attuale Giunta Comunale: “Lui è il Re che decide e comanda da solo, senza rispetto alcuno delle norme e dei regolamenti,  continuando a violare qualsiasi principio di legalità. E’ evidente come l’intento del nostro primo cittadino sia quello di non creare malumori all’interno della sua maggioranza. La decisione di revocare le deleghe a tutti gli assessori e il fatto di non averle ancora riassegnate a distanza di oltre un mese, lascia chiaramente intendere che qualcosa all’interno della coalizione del cambiamento non quadra.

Vogliamo tornare sull’argomento della costituzione dello Staff del Sindaco, a tal fine occorre fare una breve cronistoria per comprendere l’evoluzione degli eventi:  l’11 novembre 2009 con atto di giunta, gli assessori del Comune di Copertino hanno deliberato che il Sindaco Rosafio potesse istituire un ufficio di Staff;  con decreto sindacale n. 37 del 15.12.2009 si procedeva a nominare componente dello staff il Geom. Carlo Agostini (cognato dell’ass. Prov. e Cons. Comunale, Dr. Pando, nonché candidato nelle scorse elezioni Comunali); con decreto sindacale n. 8 del 09.02.2010 si procedeva a nominare componente di staff il Dr. Antonio Quarta; in ultimo, con decreto n. 21 del 06.10.2010 è stata nominata la Dott.ssa Prete (moglie dell’ass. Prov. e Cons. Comunale, Dr. Pando).

In tutto questo non ci sarebbe nulla di grave, se non fosse che tali decisioni siano state adottate in violazione di norme e regolamenti. Infatti, con delibera  di Giunta n. 163 del 1998 fu adottato il Regolamento Generale sull’ordinamento degli uffici e dei servizi comunali, e in tale atto all’art. 11 sono elencate le ipotesi di incompatibilità nell’affidamento di incarichi ove si legge che non potranno mai essere affidati incarichi a: coniugi parenti o affini, entro il terzo grado, del Sindaco, di un Assessore, di un Consigliere Comunale ecc.; un candidato non eletto nelle ultime elezioni comunali.

Risulta evidente, quindi, come la nomina di alcuni componenti dello staff del Sindaco sia stata fatta in violazione delle leggi, in spregio delle più elementari regole di legalità e trasparenza nella gestione della cosa pubblica. Comportamenti antigiuridici da parte del I° cittadino non possono essere tollerati. Come se non bastasse nel potere-dovere di conferire incarichi o consulenze nel rispetto delle condizioni stabilite dalla legge (ed anche da disposizioni regolamentari interne del Comune) si deve tener conto delle risorse di personale comunque a disposizione, nel senso che si può ricorrere alla collaborazione di estranei all’amministrazione solo nel caso di inadeguatezza del personale in servizio.

E di questo negli atti non vi è traccia. Nessun giudizio sulle persone che non sono messe in discussione, il nostro disappunto nasce dalla constatazione che il modo di fare politica di Rosafio è identico a quello che lui stesso in campagna elettorale ha dichiarato di voler estirpare. Siamo convinti che i copertinesi non meritano di essere amministrati, ancora una volta, da chi si fa sprezzo della legalità e della meritocrazia. Non ci stancheremo mai di dire che di tutto questo i copertinesi non hanno bisogno!
AlbaNuova CopertinoMeetup

  1. 12 novembre 2010 14:23 | #1

    Trovato il Re, ora tocca all’asu..

  2. simone
    12 novembre 2010 18:18 | #2

    premesso che neppure io sono d’accordo con queste nomine, ci tengo a precisare che lo staff del sindaco è un mero ufficio e come tale può essere adottato con un sempice atto amministrativo. per qunto riguarda il regolamento questo credo attiene ad incarichi diregenziali quindi più che altro è più in atto inopportuno che illeggittimo

  3. eligio
    12 novembre 2010 22:10 | #3

    Anche se è mero ufficio un componente potrebbe essere pagato (dalla delibera infatti non si specifica il rapporto di collaborazione a titolo gratuito).
    La loro nomina deve essere giustificata da motivazioni valide e documentate.
    Ciò che deve farci rammaricare è come un paese di quasi 30mila abitanti non abbia ancora una giunta per litigi politici della cricca..
    E da componente di un gruppo nato formalmente un anno fa e che sta facendo, con schiena dritta, esperienza politica a mio giudizio moralmente degna di rispetto, rimango basito dall’assordante silenzio del resto dell’opposizione. E responsabilità istituzionale dovrebbe esserci anche tra i componenti di maggioranza nel premere il sindaco affinchè nomini al più presto competenti tecnici in giunta. Non tollero continuare a guardare il mio Paese in questo stato comatoso visto che chi amministra promise di risvegliarlo dopo anni bui.
    Occorre fare i fatti. In consiglio. Lontano dagli articoli e manifesti.
    Altrimenti la Shakespeariana politica copertinese continuerà con il suo fare molto rumore, per nulla…

  4. claudia
    13 novembre 2010 11:28 | #4

    ..non esagerare con gli abitanti eligio, copertino non arriva neanche a 25mila, ma aldilà del numero, quello che conta secondo me, e che ai cittadini di questo paese non importa nulla di come questo sindaco stia gestendo e gestirà (per i prossimi 10 anni)la cosa pubblica. il ruolo dell’opposizione non può essere assolto da un solo consigliere peraltro inesperto, nonostante l’indubbio impegno profuso. Più che un “re nudo” a me sembra un re coperto, copertissimo! dovrebbe far riflettere il fatto che sia tondo che esposito hanno dato forfat, inguscio e de lorenzi sono amici di tutti, valentino..hemm, valentino.. vabbè! quindi chi fà opposizione? nessuno! sarebbe potuta essere la cordella di sel, ma anche quest’ultima, vuoi perchè non è in consiglio comunale ma anche perchè segue il dibattito politico locale a distanza come di recente dichiarato sulla stampa, nessuno fa opposizione! tanto è, che copertino si ritrova ad avere al comando un “re” per nulla nudo, per buona pace di tutti, che governa la città come gli pare e piace. rispetto alla schiena dritta, fate attenzione a non essere coinvolti anche voi, da offerte allettanti, si sentono strane voci in giro…

  5. Vito Maiorano
    13 novembre 2010 13:16 | #5

    Quando il re è nudo si ha più piacere a passeggiargli addosso… Il tempo passa, gli amministratori pure, Copertino resta. Ed è sempre la Copertino democratica, popolare e comunista quella che verrà fuori di nuovo, o prima o poi: è solo questione di tempo. Addio Rosafio, sei solo una paginetta di storiuccia passata.

  6. 13 novembre 2010 14:50 | #6

    si deve cambiare,rottamare questi personaggi che non aiutano a far crescere il paese, i Copertinesi devono capire che si devono affidare alla classe politica emergente e avere fiducia in loro.
    se non lo capiranno sarà la rovina di Copertino.

  7. 13 novembre 2010 14:54 | #7

    Claudia, giusto per evitare equivoci il commento di eligio, mio padre, l’ho scritto io accorgendomi poi di averlo pubblicato a suo nome.
    Che siano 25 o 30 le migliaia di abitanti poco cambia. Tondo quando ha dato forfat?.. L’allontanamento dalla scena pubblica di Esposito era un suo desiderio fin prima delle elezioni. Questo non perchè voleva solo la poltrona migliore (avrebbe altrimenti scelto strade più semplici per diventare sindaco visto che le offerte le ebbe da destra a sinistra..) ma perchè, da uomo vicino alla legalità, concretezza e pragmaticità amministrativa era indubbia la sua sofferenza a restare tra i banchi di un’opposizione, come hai ben specificato te, inesistente. Nonostante questo rimane sempre accanto a noi portando avanti quel progetto di laboratorio politico di formazione per una futura classe dirigente, con tanto di partecipazione attiva a preconsigli che i giovani militanti nei grandi partiti sognano di fare. Nella tua analisi hai dimenticato il Consigliere Alemanno che, coerentemente con la nostra (e sua ovviamente) visione politica del paese sta portando avanti una linea semplice e trasparente. Poche stupide interrogazioni, molte proposte, progetti, battaglie sulla legalità e sull’ingresso della politca in casa del cittadino. Anna sarebbe stata una pedina fondamentale nello schieramento d’opposizione vista la sua indiscussa competenza e cultura. Oltre che alla sua giovane età e quindi ad una visione nuova del concetto di politica attiva e virtuosa.
    Riguardo alle offerte allettanti a noi nessuna è pervenuta. Se poi qualcuno, non solo della maggioranza, ama spianarsi la strada facendo girare stupide ed infondate notizie su di noi, credimi, lo fa solo per nascondere dalla scena pubblica il suo inoperato per il bene del paese. Sopratutto dopo le tantissime promesse di 2 estati fa..
    Non abbiamo bisogno di rifondare partiti big, sopratutto se accanto a noi ci dovrebbe essere gente mal voluta. Siamo un’associazione civica orgogliosa dei risultati ottenuti ad oggi e nessuno mai potrà snaturare il nostro modo di essere e di fare politica.

  8. claudia
    13 novembre 2010 16:32 | #8

    permettimi alessandro, vorrei essere chiara con te e con tutti quelli dell’associazione alba-meetup, io sto con voi! credo che le vostre interrogazioni, le vostre proposte, i vostri progetti, le battaglie di legalità, che portate avanti non siano stupide ma preziose.
    è un bene per la città che voi esistiate.
    ritengo altresi che al momento il sindaco rosafio ha i numeri per governare da re! è non da re nudo.
    dopo il salto della quaglia di valentino, le dimissioni di esposito, il pd che non si capisce, tondo credo non partecipi più ai consigli comunali, chi deve fare opposizione la ruberti e il cognato? solo alba-meetup?
    ritengo perciò che contro rosafio e quello che rappresenta, oltre ad un fronte comune di tutta l’opposizione sulle questioni importanti, ed al momento non esiste, sia necessario un atteggiamento diverso di ognuno verso la politica. l’obbiettivo è perseguire il bene di tutti.
    siate sempre orgogliosi della vostra associazione.

  9. antonio
    13 novembre 2010 16:38 | #9

    n

  10. 13 novembre 2010 16:41 | #10

    Concordo Claudia. Tondo, dopo qualche assenza per motivi suoi personali è tornato più attivo che mai in consiglio. Ha un suo modo di fare e intendere la politica ma a volte mi sorprende come, nonostante la sua non verde età, parli di energie alternative di fonti rinnovabili, di legalità e trasparenza. Avrà anche lui i suoi scheletri nell’armadio ma c’è ed è un elemento di opposizione in più.
    Quello che cerco di fare da cittadino ogni giorno, parlando con i miei paesani, è quello di responsabilizzarli alla scelta politica morale.
    Che ormai la politica dei poli sia inesistente a livello nazionale è storia nota a tutti. Hanno capito che l’unione fa la forza e non si calpestano i piedi a vicenda. Fa niente se siamo soli a fare opposizione. La dignità vale. Ai problemi generati dai numeri della giunta rosafina ne risponderanno, purtroppo, i cittadini che hanno voluto la solita gente con le mani in pasta.
    un saluto

  11. Corrado
    14 novembre 2010 09:35 | #11

    Alessandro Nestola :
    Ha un suo modo di fare e intendere la politica ma a volte mi sorprende come, nonostante la sua non verde età, parli di energie alternative di fonti rinnovabili, di legalità e trasparenza.

    Ne parla sempre più di voi.

  12. 14 novembre 2010 23:20 | #12

    Corrado non credo che sia vero. Stiamo già valutando alcune possibilità di impiego del fotovoltaico per poi portare proposte concrete e documentate in Consiglio. Non semplici interrogazioni o interventi che mirano al mero invito ad usare fonti di energia rinnovabile.
    Occorrono tempi e giusti studi. Riguardo all’ambiente si stà già lavorando su una proposta interna all’associazione.
    Il Consigliere Tondo ha il diritto e dovere civile di parlare di questo tema ormai fondamentale. Ma aspettare che questi argomenti debbano essere trattati dall’opposizione è paradossale.
    Si cerca di parlare il più possibile di svariati problematiche. Esistono però situazioni attuali che, purtroppo, devono avere precedenza.

  13. Corrado
    15 novembre 2010 18:04 | #13

    Alessandro Nestola :
    Corrado non credo che sia vero. Stiamo già valutando alcune possibilità di impiego del fotovoltaico per poi portare proposte concrete e documentate in Consiglio. Non semplici interrogazioni o interventi che mirano al mero invito ad usare fonti di energia rinnovabile.
    Occorrono tempi e giusti studi. Riguardo all’ambiente si stà già lavorando su una proposta interna all’associazione.
    Il Consigliere Tondo ha il diritto e dovere civile di parlare di questo tema ormai fondamentale. Ma aspettare che questi argomenti debbano essere trattati dall’opposizione è paradossale.
    Si cerca di parlare il più possibile di svariati problematiche. Esistono però situazioni attuali che, purtroppo, devono avere precedenza.

    Ce ne avrei da risponderti…! Sia mè.

    ;-)

  14. 15 novembre 2010 21:18 | #14

    Quando vuoi, in qualsiasi sede ;)

Devi esserti collegato per inviare un commento.