Copertino Online

il primo magazine on line su Copertino

Il Sindaco Rosafio risponde alle accuse dell’opposizione

-COPERTINO- “Sono semplicemente amministratore a servizio dei cittadini ci Copertino”.  Il sindaco di Copertino, Giuseppe Rosafio, replica e rispedisce al mittente l’accusa di monarca lanciate nei giorni scorsi sulla stampa dall’Associazione Alba Nuova e Copertino Meetup.

“Leggo con stupore le comunicazioni dell’associazione Alba Nuova e Copertino Meetup, e mi preme portare all’attenzione dei cittadini i veri elementi della vicenda sulla nomina dello staff”. Scrive in una nota il primo cittadino.

“Assegnare al sottoscritto poteri assoluti e monarchici copre le dichiarazioni dell’associazione Alba Nuova di ilarità ed al limite del paradosso. Il riferimento al Regolamento Generale sull’ordinamento degli uffici e dei servizi comunali è, quantomeno, fuori  luogo ed in malafede”.  Aggiunge Rosafio.

Quello che Rosafio precisa è come “Lo staff, così come concepito e deliberato, già dalla precedente amministrazione, non ha niente a che vedere con il Regolamento degli uffici e dei servizi, citato nella nota. Lo staff non ha nulla a che vedere con la pianta organica ( fabbisogno ), del  personale dei dipendenti comunali e funzionari e non vi è alcun contratto, convenzione che determini un qualsivoglia rapporto di lavoro ed ancor meno di retribuzione” come “non vi è alcun impegno economico a carico dell’ente” e sottolinea “è stato richiesto ad altre persone di impegnarsi senza alcuna retribuzione con risposte assolutamente negative.”

Il sindaco ha ribadito come lo staff sia un servizio reso per mero spirito di liberalità, proseguendo una consuetudine già introdotta dalla passata amministrazione, nel rispetto delle disposizioni del codice civile ed ha assicurato che chiunque voglia impegnarsi per una collaborazione negli stessi termini  di  volontariato  e di liberalità, è benvenuto. Unica condizione posta dal sindaco quella di condividere il programma amministrativo.

Infine un invito “Dalla lista Alba Nuova ed dal consigliere eletto che hanno fatto  delle competenze e della preparazione un vessillo, i cittadini si aspettano maggiore approfondimento degli atti amministrativi e meno demagogia.”

www.paesenuovo.it

  1. massimo muci
    15 novembre 2010 15:26 | #1

    come riesce ad eludere le domande rosafio non ci riesce nessuno. penso sia inutile domandargli qualsiasi cosa…. non risponde

  2. antonella
    16 novembre 2010 06:54 | #2

    invece è stato molto chiaro, non viene pagato nessuno dei suoi collaboratori.Sono solo polemiche inutili perchè non sanno dove aggrapparsi pur di parlare male, ah già…. devono fare opposizione…..

  3. 16 novembre 2010 10:32 | #3

    Le norme che prevedono la costituzione degli uffici a supporto degli organi politici sono state emanate per garantire un rapporto fiduciario fra politica e burocrazia. In particolare, il testo unico 267/2000 contiene due articoli che consentono l’utilizzo di personale esterno. Essi sono l’art 90 e l’art 110. Leggendoli viene da porre alcune semplici domande..

    1. indagine interna per sapere se le attività di tali figure potevano essere svolte da personale interno?
    2. ricerca meritocratica della figura dello staff?
    3. comparazione di più figure trovate?
    e poi
    1. In che modo il comune ha reso noto alla cittadinanza che vi era la necessità (vedi domanda 1) di nominare nuove figure con compiti di indirizzo e controllo per servizi che ad oggi presentano carenza di personale per poi ricevere candidature volontarie? ..La “Nomina diretta” ha lasciato di nuovo spazio all’equo confronto cittadino?

    La legge non dice che bisogna fare bandi o manifesti. Ma obbliga a motivare la nomina dei componenti dello staff.

  4. 16 novembre 2010 13:22 | #4

    Cara Antonella,
    mi spiace che tu non colga ciò che si cela dietro!
    innanzitutto qui non si discute sulla gratuità o meno del servizio che, comunque, è tutta da dimostrare! Infatti in due decreti di nomina è vero che si legge che i componenti dello staff svolgeranno l’incarico senza alcun compenso economico, ma con tutte le risorse del Comune messe loro a disposizione…è implicito quindi che dei costi a nostro carico ci sono e ci saranno…perchè se queste persone possono usare mezzi, locali e materiale comunale…beh…dei costi ci sono eccome!
    (Si consideri che da circa un anno la minoranza attende che venga messa a disposizione una stanza per poter lavorare,discutere e confrontarsi)

    In uno dei tre decreti invece non vi è alcun riferimento a costi e retribuzione….
    basta leggere le sentenze sul punto per capire che terminato il mandato del Sindaco molti collaboratori avanzano al Comune richieste economiche!Ma a quel punto Rosafio se ne sarà già andato e a noi cmq toccherà pagare!!!

    La nostra non è mera polemica…è una questione di moralità….che forse solo in pochi sentono come valore!

    E poi…Copertino è stato mica commissariato dal consigliere Pando?

    E poi…è normale che ci sia lo Staff, ma che da più di un mese gli assessori percepiscano gli stipendi senza però adempiere al loro lavoro perchè il sindaco non intende ancora distribuire le deleghe???

    Se fare opposizione cara Antonella vuol dire guardare con lungimiranza al futuro e alle ripercussione che alcune scelte possono avere…allora sì, facciammo Opposizione!

  5. massimo muci
    16 novembre 2010 16:42 | #5

    il sindaco sa perfettamente che quelle nomine SONO ILLEGITTIME. se esiste un regolamento degli uffici e dei servizi deve essere applicato anche allo staff del sindaco che è un UFFICIO a tutti gli effetti, al di là del valore e della capacità delle persone incaricate. la gratuità del servizio non deve gettare fumo negli occhi perchè l’ufficio di staff del sindaco utilizza mezzi e risorse umane ed economiche pubbliche.
    se quanto accaduto ora fosse accaduto con marcucci sindaco, o con pando sindaco, o con qualunque altro sindaco, il rosafio avrebbe gridato allo scandalo. il problema è che l’attuale sindaco (ma anche gli altri componenti della giunta) usano mezzi e mezzucci che volevano mettere al bando e di cui accusavano le vecchie amministrazioni. Rosafio? non fare il finto TONDO.

  6. simone
    17 novembre 2010 01:14 | #6

    purtroppo alessandro la nomina dello staff del sindaco non deve essere motivato perchè è un atto che non ha rilevanza esterna.

  7. antonella
    17 novembre 2010 09:32 | #7

    allora Luca Nolasco che era un “collaboratore” della giunta Marcucci e poi del commissario ha intascato qualcosa a fine mandato?

  8. 17 novembre 2010 12:45 | #8

    Caro Simone, la Corte dei conti (sent. n. 783 del 2 aprile 2003 e n. 137 del 22 aprile 2002), ha ritenuto che ogni ente debba svolgere le proprie funzioni con la propria organizzazione e con il proprio personale e che solo nella documentata e motivata assenza di risorse interne possa farsi ricorso a professionalità esterne.

    Occorre quindi dare uno all’art. 90 del Dec. leg.vo n. 267/2000 e 110 dello stesso Dec. leg.vo.

    Ha rilevanza esterna quando il componente dello staff del sindaco, seppur senza percepire compenso dal rapporto di liberalità, usa mezzi e risorse uname ed economiche pubbliche.

  9. Alessandro
    17 novembre 2010 13:09 | #9

    carissimo sindaco ricordati che la crisi del sindaco di Nardò ha avuto inizio con l’costituzione dello staff senza per altro nominare moglie e cognato di un consigliere comunale, se poi tu la volessi accellerare nomina anche gli assessori tra i parenti stretti del consigliere Pando.

  10. 17 novembre 2010 13:55 | #10

    non conosco il decreto di nomina di Luca Nolasco perchè al tempo non sedevo a Palazzo Briganti, e quindi non so se tale decreto gli consentiva o meno di avanzare richieste.
    ma cmq non torvavo e non trovo la nomina di Nolasco immorale…non mi risulta che sia parente di nessuno, ma solo un uomo, preparato, di fiducia del Sindaco.
    Niente parentele nè appartenenze a forze politiche.

  11. simone
    17 novembre 2010 18:26 | #12

    Esatto la parola giusta è IMMORALE, non illeggittima e poi se siete così convinti perche non fate ricorso al TAR?
    Avete ancora tempo fino al 6/12/2010 e poi l’atto diventa inoppugnabile

  12. giovanni
    17 novembre 2010 18:27 | #13

    rosafio non aprire mai la bocca tienila sempre chiusa,
    dimettiti e vattene a casa tu e la tua banda di briganti.
    la sera prima di andare a letto guardati allo specchio,
    se hai il coraggio e poi sputati in faccia e la minima cosa
    che puoi fare.

  13. giovanni
    17 novembre 2010 18:31 | #14

    caro sindaco quando è che nomini il resposabile dei messi ed il responsabile degli autisti: Vittorio Chiuri e Daniele Maiorano.

  14. simone
    17 novembre 2010 18:43 | #15

    Caro Alessandro, la rilevanza verso l’esterno riguarda solo gli atti che vengono adottatti dagli enti e dagli organi e non dai meri uffici come lo staff del sindaco che dovrebbe svolgere solo dei compiti (quindi semplice attività preparatoria per l’adozione di un atto).
    Ci tengo a precisare ancora una volta che però anch’io sono d’accordo con Voi circa con l’inopportunità di tali nomine.

Devi esserti collegato per inviare un commento.