Copertino Online

il primo magazine on line su Copertino

Il Consigliere Bonuso critico su Valentino

- COPERTINO – Se pur nobile ed apprezzabile sotto l’aspetto umano, l’iniziativa del Consigliere Valentino, sotto l’aspetto politico perde di quel contenuto sociale e suona di puntuale e classico campanilismo, che quasi a bomba ad orologeria esplode sul campo già “minato” delle problematiche cittadine imbracciando lo “scudo” a chiunque sensibile della solidarietà e dell’impegno sociale. Problematiche che obiettivamente ci sono e che rappresentano delle difficoltà per i cittadini e per le famiglie, ma che a mio parere vanno affrontante concretamente nelle sedi opportune e sancite con atti concreti. Non semestralmente, ma ogni giorno c’è occasione per affrontare i disagi della gente. Lo si fa per senso civico, etico, morale ed anche per dovere. Puntualmente il Sindaco riceve, ascolta e si fa carico delle problematiche dei cittadini. La totalità delle figure istituzionali per il ruolo che rivestono operano anche al di fuori del ruolo, spesso intervenendo con le proprie risorse private e personali ove necessario e lecito. Sventolarlo o ai fini propagandistici è irrispettoso nei confronti di quanto viene fatto in silenzio e fuori dalle prime pagine. E’ appassionante vedere imbracciare un rastrello ad una figura istituzionale quale segno di vicinanza ed impegno alla cittadinanza, ma sarebbe ancora più lodevole quando il problema portato nel cuore della stanza dei bottoni lo si affronta collettivamente all’interno di una maggioranza altrettanto sensibile e consapevole di queste problematiche. Più che l’iniziativa personale, potenzialmente calcolata, serve un atto di coraggio oltre che di responsabilità nell’affrontare la gestione della cosa pubblica, che faccia abbandonare la sfera individualistica e strettamente personale spesso inquinata dalla politica della poltrona più che animata dalla politica del cambiamento e che chiama in causa tutte le figure istituzionali affinchè giungano concrete risposte sigillate da atti amministrativi che diano continuità nel tempo e non interventi ad emergenza e provvisori, più di circostanza che di progettualità. Ricordo che nonostante i ristretti margini di manovra, dovuti a limitate economie mie, l’Amministarazione ha già provveduto con assunzioni temporanee a rinforzare le maestranze della Multiservizi per far fronte al carico di lavoro che quotidianamente impegna tale ente. Come gruppo consiliare Progetto per Copertino, rispettiamo la persona dell’amico consigliere Valentino, ma in queste occasioni non ne condividiamo l’iniziativa se pur animata da nobili intenti , pertanto manifestiamo il nostro dissenso a tali iniziative e lo invitiamo, certi del suo positivo apporto, a confrontarsi con chi alla sua pari, consiglieri, assessori e altre figure istituzionale concorda con l’esigenza di dare concrete ed immediate risposte a questa cittadinanza ancora paziente ma non rassegnata.
Dello stesso parere l’Assessore Leo che già aveva bollato quale inopportuno l’intervento di Valentino in consiglio in merito all’utilizzo della sua indennità “…trovo deplorevole nei confronti di chi ogni giorno opera nella risoluzione di problematiche della gente indipendentemente dal ruolo istituzionale ricoperto.. Inoltre a maggior ragione non si può sfruttare il canale preferenziale dovuto alla carica istituzionale per propagandare il proprio operato su criticità che sono all’attenzione e al cuore di tutto l’apparato amministrativo…”

Consigliere Tommaso BONUSO

  1. Nessun commento ancora.
Devi esserti collegato per inviare un commento.