Copertino Online

il primo magazine on line su Copertino

SEL: Nessun programma per la gestione dei rifiuti

195598_1744071682_5244853_n

- COPERTINO – L’amministrazione Rosafio getta la maschera e fa capire chiaramente ai cittadini di non avere un programma preciso per la gestione dei rifiuti a Copertino. Niente di sorprendente per chi segue la politica Copertinese. Questi due anni sono trascorsi tra continui rimpasti, mancate assegnazioni delle deleghe, e assoluta confusione nella gestione amministrativa. L’immobilismo di questa giunta è sotto gli occhi di tutti. Nell’ultimo attesissimo consiglio non è emersa da parte della maggioranza alcuna idea su come migliorare la raccolta differenziata e qualsiasi proposta costruttiva dell’opposizione è stata snobbata e additata come sterile demagogia o come sogni irrealizzabili. Noi di SEL invece crediamo che Copertino e i suoi cittadini siano perfettamente in grado di continuare nel percorso intrapreso nel 2007 con la differenziata.

E’ chiaro che se l’amministrazione è convinta che la differenziata al 23% sia il meglio che si possa fare la situazione è davvero allarmante. In consiglio si è detto, per giustificare la mancata differenziazione della frazione organica, che Copertino ha 24000 abitanti e che gli impianti di compostaggio sono geograficamente lontani perché situati fuori provincia. Esempi come quello di Salerno 145000 abitanti e oltre il 74% di differenziata in poco meno di tre anni dimostrano il contrario. Addirittura Salerno trasporta fuori regione la frazione organica in attesa di avere un suo impianto di compostaggio. Tutto questo con tariffe inferiori alle nostre e differenziate per componenti il nucleo familiare. E’ palese che se non si comincerà da subito a separare l’umido dagli altri rifiuti non si potrà sperare in un miglioramento della situazione. Al sindaco Rosafio e alla sua amministrazione vorremmo chiedere di non essere evasivo sui risultati alla lotta all’evasione delle imposte comunali e soprattutto di considerare i propri concittadini come persone intelligenti in grado di accettare e vincere sfide importanti e non solo come fonte di consenso elettorale.

Salvatore Calasso.

  1. Nessun commento ancora.
Devi esserti collegato per inviare un commento.